Oggi, 30 ottobre 2018, è stato fissato un altro incontro all’Aran: sarà focalizzato sulla parte economica del contratto; Udir chiede, oltre a quella esterna, anche la perequazione interna. Pure gli argomenti relativi al contratto e agli stipendi saranno oggetto delle giornate di studio Io Dirigente. Sicurezza, Salute, Retribuzione, Relazioni sindacali: prossimi incontri Roma (scheda di adesione) e a Napoli (scheda di adesione). Si ricorda che il giovane sindacato ha attivato una serie di ricorsi, totalmente gratuiti per i soci, attraverso i quali è possibile recuperare quanto spettante.

Ricorso Ria

Ricorso Fun

Ricorsi UDIR

 

Frenata per il tavolo contrattuale riconvocato per oggi 30 ottobre, in cui l'Aran dovrebbe arrivare con la proposta economica e la quantificazione puntuale delle risorse, chieste oramai da mesi. Sono ancora da definire: la quantificazione del FUN 2017-18, la RIA dei cessati dal servizio, la ricognizione di tutti i fondi disponibili. Proprio per questi dati attesi è, purtroppo, possibile un rinvio; spetta infatti al decisore politico individuare la data da cui far confluire la RIA dei DS in quiescenza, che dovrebbe essere almeno dal 2014-2015, stante che la sentenza della Suprema Corte sulla sopravvenuta illegittimità del blocco dei contratti pubblici è del giugno 2015. Sempre il decisore politico deve indicare se rendere disponibili le economie accumulate in questi anni e in che misura. Ma non si ha affatto notizia di una trattativa in corso: le OO.SS. presenti al tavolo hanno accettato supinamente lo stanziamento della legge di stabilità senza chiedere l'integrazione necessaria per avere tutti i fondi per l'equiparazione della retribuzione parte fissa, che costa a regime 210 milioni nel 2020.

Ne sono stati stanziati 174, contando sui fondi della legge 107/2015 per coprire l'intero fabbisogno. Ma, giova ricordarlo, i 35 milioni strutturali previsti dalla 107/2015 sono, o erano dovremmo ahinoi dire, destinati a riconoscere le maggiori responsabilità e l’ulteriore impegno dei dirigenti; soprattutto, di fatto, compensavano il saccheggio del FUN che ha ridotto lo stipendio di oltre 17mila euro in sette anni.

Rebus sic stantibus, non sembra più così vicina la chiusura dell'ennesimo contratto beffa né dunque sotto l'albero ci saranno i pochi arretrati spettanti. Se e quando arriveranno, il consiglio è quello di non spenderli tutti: si rischia di doverli restituire con l'immissione in ruolo di oltre 2mila vincitori di concorso che graveranno sui FUN futuri per la retribuzione di posizione parte variabile e di risultato. Una tragicommedia che abbiamo già vissuta, indegna di un Paese civile e di coloro che dovrebbero tutelare i diritti dei lavoratori.

Anche di questo si parlerà nei seminari Io Dirigente. Sicurezza, Salute, Retribuzione, Relazioni sindacali: prossimi incontri delle giornate di studio a Roma (scheda di adesione) e a Napoli (scheda di adesione). Si ricorda che il giovane sindacato ha attivato una serie di ricorsi, totalmente gratuiti per i soci, attraverso i quali è possibile recuperare quanto spettante.

Ricorso Ria

Ricorso Fun

Ricorsi UDIR

 

PER APPROFONDIMENTI:

 

LEGGE DI STABILITÀ - Udir presenta in Senato emendamenti su perequazione interna ed esterna, sicurezza, ripristino e aumento Fun

LEGGE DI STABILITÀ – Dirigenti scolastici, Udir chiede al Senato di affrontare il nodo degli stipendi

RINNOVO CONTRATTO P.A. - Udir: ridotti alla miseria dirigenti statali della Scuola, Comuni, Regioni e medici

LEGGE DI STABILITÀ - Udir: ultimo appello ai deputati prima dell'apertura dei ricorsi sulla perequazione esterna

LEGGE DI STABILITÀ - Sicurezza scuole, tutto rimane come prima: i presidi saranno costretti a chiuderle

Cassazione: pure gli istituti non a norma in zone a basso rischio sismico vanno chiusi dai presidi. Appello Udir-Confedir ai dirigenti scolastici: non assumete più responsabilità sulla vostra pelle

Sicurezza, per lo Stato il tempo delle proroghe agli obblighi di prevenzione incendi è scaduto: le scuole senza certificazione vanno chiuse

Sicurezza, i dirigenti scolastici non dormono sonni tranquilli: troppi rischi sullo stato degli edifici, bisogna scrivere a Comuni e Province

Sicurezza, cambiano le norme antincendio ma i rischi rimangono alti e i dirigenti scolastici i capri espiatori

Sicurezza, gli alunni come i lavoratori: devono seguire i corsi di formazione organizzati dai dirigenti

SCUOLE INSICURE – Crolli ad Eboli e Fermo, inquietante silenzio sulle tragedie sfiorate: tanto poi la colpa è dei presidi

Dirigenti scolastici, si aprono le trattative all’Aran per la nuova area dell’istruzione e della ricerca: se ne parla domani a Palermo nel corso di un convegno nazionale Udir

Prevenzione incendi, è allarme per migliaia di istituti non a norma. Appello Udir ai presidi: tutelatevi diffidando Comuni o Province

Sicurezza degli edifici scolastici e ristrutturazioni edilizie. Pacifico (Udir): il dirigente scolastico non può essere perseguito come datore di lavoro

Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza: nuovi obblighi per i dirigenti scolastici

Sicurezza, Udir: allarme già ampiamente dato, adesso vogliamo vedere i fatti

Crollano ancora tetti e controsoffitti, Bussetti minimizza: no allarmismi e chiusure preventive. Udir non ci sta: pronte le diffide ai Prefetti

Scuole insicure, dirigenti scolastici alle prese con una miriade di adempimenti da assolvere in fretta: neo-assunti e reggenti rischiano grosso

Sicurezza, il Ministro annuncia corsi della protezione civile per gli alunni. Udir: bene, ma devono studiare in istituti a norma

Dopo sei mesi di trattative si scopre che mancano i soldi per i dirigenti scolastici

 

Contratto dirigenti scolastici. Udir chiede che fine abbia fatto la Ria


Nuovo incontro all’Aran e vecchia storia: non si arriva alla risoluzione dei problemi

 

Rapporto Eurydice 2018: la retribuzione dei capi d’Istituto in Europa, il desolante caso Italiano

Nuovo Contratto DS, le relazioni sindacali e la parte normativa: storia di una ventennale discriminazione

© 2016 All Rights Reserved - Privacy