In primo piano

Presentati gli emendamenti sullo scudo penale, sullo scorrimento della graduatoria degli idonei del concorso a Trento e Bolzano, e sulla mobilità straordinaria dei dirigenti scolastici, come richiesto da Udir. Si attende ora la proposta del Governo in tal senso.

Marcello Pacifico, presidente Udir: Lo scudo penale risulta fondamentale per garantire al dirigente scolastico la giusta tranquillità per svolgere il suo lavoro nel migliore dei modi in un momento delicatissimo per la scuola Italiana. Abbiamo anche pensato alla mobilità straordinaria per i neo immessi ma anche alla modifica delle obsolete norme che ne regolano il funzionamento, chiedendo di eliminare la percentuale massima del 30% dei posti vacanti e disponibili per i trasferimenti interregionali

Vai agli emendamenti Udir

Riparte, dopo una breve pausa, il confronto con il Ministero del Lavoro sulla riforma previdenziale. La CONFEDIR è intervenuta rappresentata dal Segretario Organizzativo, Prof. Marcello Pacifico

Dopo quelli al FUN 2017/2018 continuano i tagli anche a quello relativo all’anno 2018/2019, tanto da richiedere un intervento urgente del Governo con uno stanziamento una tantum di 13 milioni di euro per evitare la beffa ai Dirigenti scolastici di dover restituire quanto percepito, tra l’altro in un momento molto difficile per la scuola Italiana impegnata con la ripartenza post Covid-19 che dovrebbe premiare e non penalizzare quanto gli stessi hanno fatto e dovranno fare durante quest’anno scolastico

Oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale dei sindacati Anief e Udir, ha indirizzato una lettera al personale scolastico tutto, agli studenti e alle loro famiglie, alla vigilia del ritorno in classe. Infatti, ha affermato Pacifico, “la scuola deve ripartire, è responsabilità di ognuno di noi” e “nel ripartire si deve avere chiaro un nuovo patto educativo tra le famiglie e tutta la comunità educante con una particolare attenzione alla cura della salute, delle relazioni sociali, di chi è rimasto indietro, di chi è più debole, di chi è fragile, del nostro ambiente”.

Leggi la lettera integrale inviata oggi alla vigilia del 14 settembre.