In primo piano

Udienza fissata al 17 ottobre: Udir riapre le adesioni al ricorso fino al 9 settembre. Per quanto riguarda la valutazione dei titoli di servizio, il sindacato ha inviato formale richiesta al Miur

 

Da diversi giorni ormai i candidati che hanno superato tutte le prove del faticoso concorso sono alle prese con varie discussioni sulla valutazione del titolo di servizio di cui alla lettera B.2) della Tabella allegata al decreto 3 agosto 2017 n. 138, che recita “Per ogni anno scolastico di servizio prestato come collaboratore del capo d’istituto, ai sensi dell’art. 7, comma 2, lett. h) del D.lgs. n. 297/1994, come collaboratore del dirigente scolastico nominato ai sensi dell’art. 25, comma 5, del D.lgs. n. 165/2001” sono assegnati punti 1,75 per anno per un massimo di 6 anni”.

Riaperte le adesioni al 9 settembre per la costituzione in giudizio in vista dell’udienza di merito. Lo studio legale Galleano del giovane sindacato, che ha ottenuto il provvedimento d’urgenza, chiederà l’annullamento della sentenza del Tar Lazio. Il presidente nazionale Udir Marcello Pacifico invita il Miur a controllare le auto-certificazioni dei titoli in vista della pubblicazione delle graduatorie finali utili per la scelta delle sedi a livello nazionale. Giallo sugli idonei che hanno superato le prove, ma non si troveranno tra i primi 2.900. Perché non inserirli nelle graduatorie di merito? Intanto, a Tivoli, in 200 vincitori si preparano ad aprire, nei nuovi ruoli di dirigente scolastico, le scuole il prossimo 1° settembre.

Vai al video del presidente nazionale Udir Marcello Pacifico.

UDIR PER STAMPA