In primo piano

In 20 anni, persa quasi la metà delle sedi di presidenza nell'indifferenza della politica e del sindacato. Da 11.500 mila del 2010 a 6.500 nel 2030. Chiuso un plesso su cinque già (10 mila unità). La denuncia di #UDIR a commento dei dati del Guardian e di Tuttoscuola. Sembra una spirale inarrestabile: più diminuiscono gli studenti più si innalza il rapporto alunni-studenti nella composizione delle classi e nel dimensionamento scolastico con il risultato clamoroso di aver più sedi comunali che istituzioni scolastiche nonostante l'evidente calo demografico.

Marcello Pacifico, presidente nazionale Udir, ha rilasciato un’intervista all’agenzia Teleborsa. Nel corso dell’intervento, il leader del giovane sindacato, che tutela i dirigenti scolastici, ha affermato che "Udir ha sempre cercato di tutelare, fuori dai tavoli contrattuali, quei dirigenti scolastici che non hanno avuto una risposta nei tavoli contrattuali, in particolar modo sulla tutela nella mobilità. Gli ultimi concorsi sono avvenuti a livello nazionale e spesso è successo che qualcuno abbia vinto una sede di presidenza lontana dalla propria regione", ha affermato Pacifico.