italia

DOVE SIAMO

La nostra struttura coprirà
tutte le regioni italiane.

SCOPRI ADESSO COME FARNE PARTE!

Il giovane sindacato lancia un ricorso gratuito al TAR Lazio per il recupero delle sedi normo dimensionate utili per le immissioni in ruolo dei dirigenti scolastici 2022/2023. Per maggiori informazioni, cliccare qui 

"I dirigenti scolastici ci chiedono l'aerazione delle aule e più aule, oltre a richiedere di rivedere le norme sul dimensionamento. Inoltre ci chiedono di intervenire presso il governo anche per confermare l'organico Covid che è risultato essenziale per le nostre scuole". Lo dice il presidente nazionale Udir, giovane sindacato che tutela i dirigenti scolastici e rappresenta più di 400 presidi in tutta Italia, Marcello Pacifico. "Queste proposte le mettiamo al tavolo anche per quanto riguarda il decreto Aiuti bis. Speriamo che il governo le accolga, altrimenti a settembre le scuole riapriranno, ma purtroppo potranno essere richiuse presto", conclude il sindacalista autonomo. (ANSA). 
 

Il presidente nazionale Udir, giovane sindacato che tutela i dirigenti scolastici e rappresenta più di 400 presidi in tutta Italia, Marcello Pacifico ha rilasciato un’intervista all’agenzia Italia stampa per parlare dell’inizio del nuovo anno scolastico, che partirà tra poche settimane.

Si svolgerà, in presenza, presso l’Hotel H10 di Roma -Via Amedeo Avogadro, il workshop formativo rivolto ai dirigenti scolastici in servizio, ai 317 dirigenti neo-immessi in ruolo il 1 settembre e ai collaboratori del DS. “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici - Attuazione delle linee di investimento”. Un team di esperti illustrerà le potenzialità dei fondi messi a disposizione dal PNRR ed alle nuove sfide della leadership per potenziare la scuola dell'autonomia, analizzerà quali sono le nuove sfide per i dirigenti scolastici, dal PNSD alle nuove metodologie, dalla leadership alle voci di spesa del PNRR e all'uso della nuova tecnologia e delle nuove figure professionali.

Non si arresta il lento declino della dirigenza scolastica: ancora -129 presidi. Il presidente nazionale di Udir, giovane sindacato che tutela i dirigenti scolastici, Marcello Pacifico denuncia una situazione paradossale: nonostante la scuola italiana faccia perno sulla figura centrale del dirigente scolastico, “in 20 anni è scomparso un posto su tre; in questa situazione bisognerebbe ribellarsi, chiedere un cambio deciso di rotta e invece i sindacati rimangono in silenzio. Sono 590 ancora le sedi non assegnate per risparmio, così non si va da nessuna parte”

Leggi qui

Qualche giorno fa c’è stato un incontro al Ministero dell’Istruzione con le Organizzazioni sindacali di categoria rappresentative di area. Durante l’incontro l’Amministrazione ha fornito l’informativa sulle immissioni in ruolo dei futuri dirigenti scolastici, a partire dal primo settembre 2022. Il Direttore Generale, dott. Filippo Serra, ha dato notizia che l’Amministrazione scolastica ha avanzato la richiesta di ben oltre 500 posti per le immissioni in ruolo, in modo da esautorare le graduatorie ancora in vigore. 

Da settembre scorso nessuno ne parla più. Sono trascorsi quasi 10 mesi dell’apertura delle trattative per il rinnovo contrattuale per l’Area “Istruzione e Ricerca”, in cui si è avuto un primo timido confronto tra l’Amministrazione e le Organizzazioni sindacali per la redazione dell’Atto di indirizzo, come previsto nel Patto per la Scuola. 

 

Il sindacato comunica che, in occasione dei festeggiamenti in onore della patrona di Palermo Santa Rosalia, la sede nazionale sarà chiusa