italia

DOVE SIAMO

La nostra struttura coprirà
tutte le regioni italiane.

SCOPRI ADESSO COME FARNE PARTE!

C'è molto contrasto tra il personale, tra chi ha avuto il Green Pass e chi non lo ha avuto, per un obbligo che anche il sindacato dei dirigenti scolastici non ritiene congruo": a dirlo è stato oggi Marcello Pacifico, presidente del sindacato dei dirigenti scolastici Udir, nel corso di una video-intervista all’agenzia Teleborsa. “Noi siamo convinti che anche i dirigenti scolastici debbano avere il diritto di scelta contro un obbligo che va contro l'Europa – ha aggiunto il presidente -: abbiamo presentato un ricorso, le cu adesioni sono ancora aperte per i dirigenti scolastici che non hanno il Green Pass e saranno obbligati ad esibirlo, secondo quanto indicato dalla circolare e dal parere tecnico, che impone l'obbligo per chiunque abbia a che fare con la scuola”.

   

Molti dirigenti aderiscono in pochi giorni al primo gruppo del ricorso contro il green pass obbligatorio per disapplicare la norma e le sanzioni ad essa legate che sarà depositato a breve. Udir riapre i termini per un secondo deposito per chi non fosse riuscito ad aderire al primo con scadenza dei termini per l’adesione al 31 agosto 2021. Per aderire vai al seguente link

"In rappresentanza dei dirigenti scolastici abbiamo già chiarito che, alla riapertura della scuola a settembre, non sarà utile fare gli sceriffi per le sanzioni da comminare al personale privo di green pass. Non sono solo questi i problemi dei dirigenti scolastici. Questa semmai è una ulteriore incombenza che viene posta in capo al dirigente scolastico": a dirlo è stato oggi Marcello Pacifico, presidente del sindacato dei dirigenti scolastici Udir, durante un’intervista rilasciata all’agenzia Teleborsa.

(ANSA) - ROMA, 16 AGO - "Anche i Presidi non ci stanno: Udir scende in campo con un ricorso collettivo gratuito al Tar Lazio per i dirigenti dell'area istruzione e ricerca. Contro l'obbligo del possesso e dell'esibizione del Green Pass, nonché contro le sanzioni amministrative.

Anche i Presidi non ci stanno: Udir scende in campo con un ricorso collettivo gratuito al Tar Lazio per i dirigenti dell’area istruzione e ricerca. Contro l’obbligo del possesso e dell’esibizione del Green Pass, nonché contro le sanzioni amministrative. L’azione giudiziaria vuole annullare l’art. 1 c. 6 del DL n. 111/21 e le disposizioni applicative che causano la sospensione dal servizio e il pagamento di una multa da 400 a 1000 euro. Adesioni entro il 23 agosto al seguente link.