italia

DOVE SIAMO

La nostra struttura coprirà
tutte le regioni italiane.

SCOPRI ADESSO COME FARNE PARTE!

UDIR ha recentemente rinnovato la convenzione con BANCA MEDIOLANUM, al primo posto fra le banche consigliata dai propri clienti. Infatti Un’indagine Doxa colloca Banca Mediolanum al primo posto per soddisfazione dei clienti e come prima banca consigliata dai suoi clienti attraverso il passaparola

 

Come da bozza della Legge di Bilancio, si parla di fondi per la sicurezza scolastica; infatti, al paragrafo Fondo Edilizia scolastica, la bozza recita che “il Fondo unico per l'edilizia scolastica di cui all'articolo 11, comma 4-sexies, del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, è incrementato di 200 milioni di euro a decorrere dall’anno 2027”.

Marcello Pacifico (Udir) ha rilasciato un’intervista ai microfoni dell’Agenzia Italia Stampa per parlare della figura del dirigente scolastico e dei prossimi impegni della giovane associazione sindacale: “Si parla tanto di dirigenti scolastici ma mai per valorizzarne la professione. Tanti sono i temi che verranno affrontati nel convegno in presenza e a distanza che Udir sta organizzando per il mese di novembre. Fine dell’incontro sarà mettere i dirigenti scolastici al centro del dibattito dell'opinione pubblica, per valorizzare il ruolo e la loro professionalità”

 

Per ascoltare l’intervista, cliccare qui

Udir crede che sarebbe necessario avere presidi sanitari scolastici con diverse figure complementari quali lo psicologo scolastico, l'assistente sociale e l’infermiere specializzato

 

Marcello Pacifico (Udir): "Chiaramente è una questione economica, ma sappiamo che i cospicui fondi del PNRR non potranno essere usati per gli aumenti salariali. Allora quale migliore occasione per iniziare come interventi straordinari, sperimentando così questi nuovi modelli presidi sanitari scolastici”

 

La convenzione con Banca Mediolanum che dà diritto ad avere delle condizioni estremamente agevolate e vantaggiose rispetto alle attuali condizioni del mercato, in considerazione anche dei molti apprezzamenti ricevuti e solleciti.

Si è svolto oggi un incontro tra le Confederazioni e il ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta sull’adozione delle Linee Guida sullo smart working del personale della PA: la Confedir esprime rammarico per i ritardi e le scelte unilaterali prese dall'amministrazione. Con l’occasione, la Confederazione sindacale invita a riportare alla contrattazione il luogo naturale. Durante l’incontro, Marcello Pacifico, segretario organizzativo Confedir, si è soffermato sull’eccessiva “rigidità, derivante dal testo della bozza presentata dalla parte pubblica, relativa a giorni, turnazione e dirigenza: la Confederazione ha invece apprezzato l'apertura al precariato e ha quindi invitato a porre ancora maggiore attenzione verso i lavoratori fragili, alla formazione di tutto il personale,  al miglioramento delle retribuzioni del personale, alla messa in sicurezza, anche di tutti gli strumenti a disposizione per l'utilizzo delle tecnologie lavorative digitali. Alla luce delle osservazioni pervenute dalle parti sociali, l'incontro sarà aggiornato fra due settimane: in quell’occasione, l’amministrazione ha annunciato che provvederà a fornire un'informazione sul testo definitivo, mentre sono in corso i rinnovi dei contratti senza più i tetti di spesa della precedente tornata.

 

Scarica il documento consegnato dalla Confedir: clicca qui.

 

Sono scaduti i termini di presentazione degli emendamenti al decreto 127 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 22 settembre contenente “Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l'estensione dell'ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening”:  tra le modifiche, ve ne è una del Governo che inserisce le norme del DL 137