Confermate le indicazioni fornite da Udir nei modelli predisposti ai propri associati per l’organizzazione dei servizi, indipendentemente dalla chiusura fisica delle sedi, tra cui l’attivazione del lavoro agile come strumento ordinario per il personale amministrativo, l’utilizzo del personale in presenza soltanto per esigenze indifferibili, la possibilità di svolgere la propria attività anche a distanza nell’ambito dei propri autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane

Si comunica che, in seguito al DPCM del 9 marzo 2020, in vigore dal 10 marzo, fino al 3 aprile la sede nazionale Udir sarà chiusa.

Si garantisce consulenza telefonica e telematica. Di seguito i contatti utili:

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n° 18 del 17 Marzo 2020 " Cura Italia"

Il premier Giuseppe Conte illustra le strategie per far fronte alla grande emergenza economica e sociale della nazione

In attesa della pubblicazione del decreto legge in Gazzetta ufficiale, dalle dichiarazioni dell’ufficio stampa del Ministero dell’Istruzione trapelano parole di buon senso dopo gli appelli sindacali dei giorni scorsi. I Dirigenti scolastici, per evitare il rischio biologico e garantire la sicurezza dei lavoratori, potranno infatti chiudere le scuole e aprirle sono in caso di esigenze indifferibili. Vengono stanziati 85 milioni per supportare la didattica a distanza e 43,5 milioni per la pulizia straordinaria degli ambienti scolastici.


Marcello Pacifico (Anief-Udir): “Sollecitiamo la chiusura dall’entrata in vigore della norma, una volta assicurate la didattica a distanza e il lavoro agile come per gli Atenei. Anche noi abbiamo chiuso le sedi sindacali e siamo pronti a offrire consulenza a distanza a tutto il personale del comparto istruzione e ricerca e dell’area della dirigenza. Importanti i provvedimenti del Governo sui congedi parentali per agevolare i genitori lavoratori e le norme sulla cassa-integrazione. Ora pensiamo a chiudere con serenità l’anno scolastico e a programmare un piano straordinario di assunzioni, che copra tutti i posti vacanti in organico di diritto dalle sedi di presidenza ai posti in deroga di sostegno, senza dimenticare la stabilizzazione del personale Ata. Bisogna assumere sia tutti i vincitori dei concorsi sia tutti i precari attraverso una
call veloceche garantisca il corretto avvio del prossimo anno scolastico”.

L'attivazione dello smart working per tutto il personale dipendente e dirigente del Comparto Istruzione e ricerca, a partire da domani, 14 marzo e fino al prossimo 3 aprile. È quanto chiedono i sindacati Anief e Udir che, con il loro presidente, Marcello Pacifico, hanno inviato una lettera al presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, al ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, al ministro dell'Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, e al ministro della Funzione Pubblica, Fabiana Dadone

Chiuse le sedi delle istituzioni scolastiche anche per i dirigenti scolastici e il personale Ata ed educativo. La decisione avviene più di un mese dopo l'appello del presidente dell’Anief e dell’Udir, Marcello Pacifico, e a un giorno dalla lettera inviata al presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte. “Ora si continui con il lavoro agile e la didattica a distanza per i nostri studenti. I sindacati autonomi garantiscono l'attività di consulenza a distanza per tutto il personale dipendente e dirigente del Comparto e dell'area”, afferma Pacifico.

È possibile richiedere informazioni all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il sindacato lo fa a seguito della pubblicazione della Direttiva n. 2 del 12 marzo 2020 del Ministro della Funzione Pubblica Fabiana Dadone e della Nota prot. n. 351 del Capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per le risorse umane, finanziarie e i contratti del Ministero dell’Istruzione rivolta ai Direttori degli Uffici scolastici regionali. Per informazioni, scrivere all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Leggi l'articolo

La misura richiesta dovrà essere attivata a partire da domani, 14 marzo, fino al 3 aprile 2020. Vai alla lettera inviata da Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e Udir