italia

DOVE SIAMO

La nostra struttura coprirà
tutte le regioni italiane.

SCOPRI ADESSO COME FARNE PARTE!

Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Udir, nel corso di un’intervista ai microfoni di Italia Stampa, parlando della mobilità straordinaria dei presidi richiesta nei vari emendamenti presentati, ha affermato che in questo modo “si andrebbero ad abolire quei vincoli che impediscono ai dirigenti scolastici di essere assunti nella propria regione, senza possibilità di potersi ricongiungere ai propri familiari. Si andrebbe a coniugare, rispetto a una platea di posti vacanti e disponibili, il diritto alla famiglia con quello al lavoro. È una norma ragionevole, che rispetta la Costituzione: la Repubblica deve infatti rimuovere gli ostacoli nella ricerca del lavoro, non creare dei paletti”.

Il sindacato ha presentato delle proposte di modifica con emendamenti al DL 44 del 1° aprile 2021 (AS 2167) recante nuove e urgenti misure per il contenimento della diffusione dei contagi da Covid19 attualmente all’esame della I Commissione Affari Costituzionale al Senato

Perché la norma introdotta dalla legge di bilancio riguarderebbe il solo anno scolastico. Udir presenta un nuovo emendamento in prima commissione del Senato al decreto legge n. 44/2021 “Contenimento Covid-19” per risolvere il problema e assegnare 400 presidenze in più utili per la mobilità e per le nuove immissioni in ruolo. Scarica il testo dell’emendamento. “Obiettivo - per Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Udir - è ripristinare un numero dieci volte tanto tagliato negli scorsi anni nel silenzio assordante degli altri sindacati. Erano 12 mila la sedi, oggi sono 8 mila”

 

Tra quelli suggeriti dai sindacati Anief e Udir contro i vincoli normativi e contrattuali esistenti per i trasferimenti e l’assegnazione provvisoria. Ora si aspetta il voto sul 31.31, 31.0-8, 31.016, 31.44, 31.0132 presentati da FI, FdI, Lega e M5S. Interessante se ammissibile il 31.010 di Merlo e Carlo su assunzione docenti di sostegno. Marcello Pacifico (Anief-Udir) ricorda che è possibile chiedere l’assegnazione temporanea per tutto il personale

 

Resi pubblici gli emendamenti: sono presenti ben cinque proposte emendative, tra cui la questione sulla mobilità dei dirigenti scolastici, argomento più volte affrontato dal giovane sindacato

Come detto sono 5 le proposte emendative all’articolo 30 e 31 del Decreto Sostegni (A.S.2144) che cambiano i vincoli attuali, estendendo fino al 70 o addirittura al 100% il limite dei posti sulle sedi vacanti e disponibili utili per i trasferimenti dei dirigenti scolastici ed eliminano i blocchi per i neo assunti dell'ultimo concorso, a dispetto dell’emergenza epidemiologica che ha portato molti presidi a lavorare fuori la propria regione di residenza. Finalmente si affronta il problema dei capi d’istituto assunti con i concorsi del 2011 e 2015 della regione Campania che pur avendo superato i vincoli previsti per la richiesta di mobilità non riescono a tornare a casa

La recente circolare del Ministero della Salute, n. 15127 del 12 aprile 2021, avente per oggetto “Indicazioni per la riammissione in servizio dei lavoratori dopo assenza per malattia Covid-19 correlata”, chiarisce alla luce delle ultime evidenze scientifiche le modalità per la riammissione in servizio degli operatori scolastici dopo assenza per malattia correlata al Covid-19 e la relativa certificazione da presentare al proprio dirigente scolastico

 

A seguito dell’audizione del giovane sindacato Udir in Senato, sono 3 le proposte emendative all’articolo 31 del Dl Sostegni (A.S.2144) che cambiano i vincoli attuali, estendendo fino al 70 ( 3.1.43) o addirittura al 100% il limite dei posti sulle sedi vacanti e disponibili utili per i trasferimenti dei dirigenti scolastici, ed eliminano i blocchi per i neo assunti dell'ultimo concorso (31.31, 31.23) a dispetto dell’emergenza epidemiologica che ha portato un preside su otto a manifestare il proprio diritto alla famiglia senza che venga sacrificato quello al lavoro